Tutto sulla Lamy Safari: quale scegliere e dove compre la stilografica

Scopriamo la stilografica Lamy Safari, una penna di prestigio, economica ma di grande qualità. Vediamo quale modello scegliere, dove conviene comprarla, quali sono le differenze con la Lamy Al-Star e la Lamy Vista. La storia e la recensione di una delle più grandi penne stilografiche di tutti i tempi.


Introdotta sul mercato nella seconda metà del Novecento, la Lamy Safari è un modello di stilografica nata dalla creatività di Wolfgang Fabian, geniale design industriale.
La Lamy Safari, per molti versi, sintetizza nel suo design soluzioni formali e tecniche davvero rivoluzionarie. Non per nulla, il suo aspetto stilistico ha aperto una sorta di nuova pagina che non sembra concludersi. Infatti, tanto per le sue finiture quanto per i suoi materiali, la Lamy Safari è un modello di stilografica che permette ai principianti di avvicinarsi al fantastico mondo delle penne stilografiche e, nel contempo, rappresenta una perfetta soluzione per chi vuole avere con sé, anche in viaggio, una stilografica dalle grandi qualità ad un prezzo considerevolmente più basso rispetto ad altri modelli.
Il suo design raffigura, per questi motivi, una delle massime espressioni artistiche che una stilografica può offrire.

Tutto sulla Lamy Safari: quale scegliere e dove compre la stilografica

Un design da Oscar

Non si può non osservare come Wolfgang Fabian quando ha ideato la Lamy Safari, abbia creato un qualcosa appositamente pensato per soddisfare un ampio pubblico.
Altro aspetto da considerare, e che ha certamente contribuito a farla essere una delle stilografiche maggiormente vendute al mondo, è propriamente dato dal suo incredibile ed eccezionale rapporto tra il suo interessante prezzo e la sua indubbia qualità.
Per le sue caratteristiche e per il suo design, la Lamy Safari è anche stata insignita di un importante riconoscimento l’iF Product Design Award, un sigillo nella storia di questa penna, un vero e proprio Design Oscar.
Molto amata, la Lamy Safari ha visto la sua produzione scaturire nel 1980 ed è, ancora oggigiorno, uno dei modelli di punta della nota azienda germanica. È, nella pratica delle cose, un modello economico che riesce perfettamente a soddisfare le esigenze di un pubblico alquanto vasto.

Ergonomia e praticità

La penna è interamente realizzata in ABS (acrilonitrile-butadiene-stirene), un particolare polimero termoplastico utilizzato per creare oggetti leggeri ma allo stesso tempo rigidi e solidi.
Il corpo di forma prevalentemente circolare presenta due lati piani in modo da prevenire il rotolamento accidentale sulla scrivania. Questo inoltre contiene due incavi laterali per permettere di tenere sempre sotto controllo il livello d’inchiostro.
L’ impugnatura ergonomica che caratterizza questo modello, è costituita da due lati piani su cui appoggiare pollice e indice mentre al di sotto, dove è più arrotondata, andrebbe poggiato il dito medio come sostegno durante la scrittura.
Il cappuccio, con chiusura a pressione, presenta la caratteristica clip grande e pratica, dalla forma molto simile a quella di una grossa graffetta da ufficio.
L’inchiostro può essere fruito sia tramite cartuccia, sia tramite un converter di tipo proprietario. Quest’ultimo ha una capienza tale da garantire un’autonomia leggermente superiore rispetto a quella di una normale cartuccia.
E’ al momento l’unica penna stilografica in vendita al di sotto dei 50 euro a disporre di ben 7 pennini: A, M, LH(per mancini), EF, F, B e stub da 1,1, 1,5, 1,9 mm.
A prescindere dal tipo di pennino scelto, andando a scrivere si rimane piacevolmente sorpresi dal suo comportamento sulla carta. La penna vanta scorrevolezza, definizione e flusso abbondante fin dal primo tratto, senza alcuna odiosa falsa partenza.


Differenze tra Lamy Safari, Al-Star e Vista

Anche la sorella, la Lamy Al-Star domina il palcoscenico delle penne stilografiche. Questo modello, leggermente più costoso, è praticamente identico alla Lamy Safari. La Lamy Al-Star è, quindi, una sorta di gemella che si distingue per il fatto che invece di essere in plastica ABS è realizzata in alluminio. Questa per di più presenta la sezione (il blocco finale della punta della penna) realizzato in plastica trasparente, così da permettere di vedere l’alimentatore ed il flusso d’inchiostro.
La Lamy Safari e la Al Star, quindi, seppure abbiano forme uguali e possano apparire come modelli similari, sono realizzata in materiali diversi. Dal momento che la Lamy Al-Star è in metallo, anche il peso sarà diverso.
Infatti, mentre la Safari ha un peso di 17 grammi, la Al Star pesa 22 grammi.
Sono solo, quindi, queste le differenze tra le due penne stilografiche. La loro forma è tronca ed entrambi i modelli utilizzano i pennini Lamy.
Troviamo inoltre la Lamy Vista, una Safari a tutti gli effetti ma realizzata in un materiale plastico lucido molto resistente e sopratutto completamente trasparente, in maniera tale da vedere tutti i componenti interni nella penna in funzione, inchiostro compreso.

Differenze tra Lamy Safari, Al-Star e Vista

Dove conviene acquistare la Lamy Safari

Mediamente una Lamy Safari viene venduta intorno ai 20 euro iva compresa. Prezzo identico anche per la Lamy Vista. Leggermente più costosa è la Lamy Al-Star, venduta di solito a circa 25 euro. Esistono diversi store on live dove è possibile trovarle a questi prezzi, magari a che a qualche euro in meno.
Tuttavia per articoli così economici è importante tener conto delle spese di spedizione, le quali a conti fatti possono rappresentare un rincaro importante sul totale della spesa. Per tale motivo io consiglio di acquistarle sempre da Amazon, dove oltre a trovare ogni modello ed accessorio originale, grazie ad Amazon Prime è possibile ottenere le spese di spedizione gratuite con nu considerevole risparmio. Il tutto senza tener conto delle tranquille politiche adottate dallo store riguardo il reso dei prodotti acquistati e il loro rimborso che tutelano il consumatore.
Su Amazon potete trovare la Lamy Safari, la Lamy Al-Star e la Lamy Vista. In accoppiata con la penna troverete sicuramente utile l’acquisto delle cartucce di ricarica o se preferite del pratico converter con le boccette d’inchiostro originale Lamy.

Le Special Edition

Esistono svariate colorazioni di Lamy Safari e di Lamy Al-Star ed anche un gran numero di tonalità d’inchiostri. Tuttavia frequentemente Lamy rilascia delle edizioni speciali a tiratura limitata di questi suoi modelli. Ad esempio è stata da poco messa in commercio la Lamy Safari Special Edition Dark Lilac, una modello speciale della classica Safari realizzato appositamente per celebrare i 50 anni dell’azienda, caratterizzata dalla particolare colorazione lilla scuro del corpo e dalla clip in nero. Oltre alla penna è stato realizzato in accoppiata anche l’inchiostro in color lilla scuro, anche questo in tiratura limitata.
Lo scorso anno invece è stata molto apprezzata la versione speciale della Lamy Al-Star Copper Orange, realizzata nella particolarissima colorazione arancio rame.
Essendo ormai molto difficile da trovare in commercio è diventata un vero e proprio oggetto da collezione. Per la sua rarità, gli store che ancora ne possiedono qualche ultimo pezzo mettono in vendita ad un carissimo prezzo.

Aggiornamento 2017: la nuova special edition del 2017 è la Al-Star versione Pacific Blue caratterizzata da un particolare colore dalle tonalità blu/turchese. Anche in questo caso, oltre alla penna, è stato realizzato un inchiostro omonimo.


Lamy Safari Dark Lilac Special Edition

Conclusioni

L’impugnatura ergonomica, i pesi ripartiti in maniera ideale, la cura dei particolari e una estetica innovativa, un design pulito e attuale con colori sempre di tendenza, sono parziali ragioni che hanno consentito a queste penne stilografiche di essere sempre più apprezzate.
Dal costo contenuto, sono delle ottime penne da poter utilizzare tanto in ufficio quanto a scuola, permettendo sempre e a chiunque di poter affrontare in maniera disinvolta, sicura ed elegante ogni sessione di scrittura.
In conclusione, come si può constatare la storia della Lamy che ebbe inizio nel 1930, ha permesso di produrre ottime penne che seppure siano di prezzo inferiore rispetto alla concorrenza, sono veri e propri oggetti di design, dei must pensati e creati per proporre sempre penne stilografiche di qualità.

Approfondimento: 10 Motivi per scrivere con una penna stilografica

L’immagine in evidenza utilizzata in questo post è stata condivisa su flickr dall’utente Lamy Twothousand sotto licenza Creative Commons BY-NC-SA 2.0.